Caccuri

Alle pendici della Sila, Caccuri è una delle più antiche cittadine dell'Alto Crotonese. Secondo alcuni storici le sue origini risalgono al VI secolo dopo Cristo. L'antico abitato è appollaiato su di una rupe e ciò spiegherebbe le origini dei nome che sono, comunque, assai incerte.

Casabona

Posta nell’entroterra crotonese, Casabona è una vera e propria “città rupestre”, che ha vissuto per secoli, dall’Età del Bronzo a quella bizantina. Centinaia di grotte, perfettamente allineate tra loro. Un patrimonio artistico e archeologico inestimabile.

Castelsilano

Ecco uno dei borghi sicuramente più affascinanti del Crotonese. Visitare Castelsilano significa entrare in un Museo della Civiltà contadina a cielo aperto.

Cerenzia

La storia del borgo di Cerenzia merita di essere conosciuta. L’abitato sorse nell’Ottocento in seguito all’abbandono da parte degli abitanti dell’antico paese Acerenthia: sulle sue origini storia e leggenda si confondono, conferendole un particolare fascino di mistero.

Cirò

Posta sulla sommità di un colle ed abitata fin da epoca preistorica, secondo alcuni studiosi Cirò è stata costruita sui resti dell’antica Crìmisa, della quale parlano le fonti greche.

Cirò marina

Cirò marina è un borgo marinaro lambito da un mare che da anni viene insignito di importanti riconoscimenti internazionali: le vele per "Il mare più bello", la guida alle vacanze di qualità sulle coste dei mari e laghi italiani di Legambiente e Touring Club Italiano, e la Bandiera BLU della FEE, Foundation for Environmental Education.

Cotronei

Arroccato sulla grande vallata del Neto, il territorio di Cotronei era abitato fin da tempi antichissimi, come dimostrano i rinvenimenti di armi, asce, daghe e alcune tombe.

Crotone

La città di Crotone fu fondata da coloni greci, provenienti dalla regione dell'Acaia nel terzo quarto dell'VIII secolo a.C., nel luogo di un preesistente insediamento indigeno e rappresentò uno dei centri più importanti della Magna Grecia. La città vecchia si sviluppa in un dedalo di stretti vicoli e piazzette fino al duomo e alla centrale piazza Pitagora, punto di contatto tra città "vecchia" e "nuova".

Cutro

La cittadina di Cutro è famosa per la produzione del pane, considerato tra i migliori d’Italia e candidato per il marchio DOP.

Isola Capo Rizzuto

Secondo la leggenda, la fondazione della cittadina fu voluta da una delle sorelle di Priamo, Astiochena, che volle un centro abitato presso il promontorio Capo Rizzuto e vicino al tempio di Hera Lacinia, edificato sul promontorio di Capo Colonna.

Le Castella, Castello aragonese

Per i suoi paesaggi che destavano ammirazione tra i viaggiatori antichi, Le Castella fu oggetto di tante leggende e addirittura, secondo alcuni studiosi, l'isola di Calypso descritta da Omero nella sua Odissea, sarebbe da collocarsi proprio nelle vicinanze del borgo.

Petilia Policastro

Petilia Policastro è un antico borgo d’impianto quasi sicuramente bizantino.

Santa Severina

Santa Severina è uno de “I borghi più belli d’Italia”, situato a metà strada tra il mare Ionio e i monti della Sila ed arroccato su un’altura imponente che domina la valle del fiume Neto.

Verzino

Si tramanda che il borgo di Verzino sia l’antica Vertinae, edificata dagli Enotrii o da Filottete dopo la guerra di Troia, come si trova menzionato negli scritti dello storico greco Strabone. La zona lascia incantati grazie alle sue bellezze naturali.

Festa provinciale di Slow Food

Appuntamento con gli Amici di Slow Food il 29 ed il 30 settembre